Un puzzle di origini

Si chiama Béatrice Ferrari ed è nata a Milano. « È italiana » penserete… E invece no, è francese. Anche se può vantare origini italiche, suo padre Jean-Louis è nato a Parigi e sua madre Mercedes è nata a Lisbona. È forse da questo mix di origini che deriva la sua personalità curiosa ed eclettica.

Ha solo 6 mesi quando la sua famiglia si trasferisce in Brasile e lì vive gli anni dell’infanzia, muovendo i primi passi e imparando le prime lingue. Intorno agli anni ‘70 la famiglia si stabilizza a Parigi dove studia e conseguo una laurea in semiotica.

La passione per il nome giusto: il brand naming

La sua scoperta del brand naming risale al 1984 quando, ancora studentessa, incontra Marcel Botton – fondatore della società Nomen – con il quale inizia a collaborare come free-lance. Nel 1987 assume il ruolo di responsabile creativo della sua agenzia parigina.

Un giorno però sente il richiamo della sua città natale e, nel 1989, sbarca a Milano per fondare la società Nomen Italia, della quale rimane socio e amministratore per oltre 15 anni. In quegli anni formalizza nuove metodologie e teorie relative al brand naming, come il Naming DESC, la Strategia Nominale e il Naming Circle, che contribuiscono a facilitare la comprensione dell’argomento.

Oltre allo sviluppo della squadra di lavoro e della società, si occupa della divulgazione del brand naming: conferenze aziendali, corsi universitari, collaborazioni giornalistiche, sono alcuni dei mezzi che utilizza nel corso degli anni per diffondere il sapere e le tecniche fondamentali della materia. Nel 1992 pubblica il libro ‘Il nome della marca’, e nel 2005 il volume ‘Brand name stories’.

Synesia, il professional linking a servizio del branding

Il 2005 è l’anno di una nuova esperienza chiamata Synesia: Béatrice si rimette in gioco e diventa consulente indipendente con l’obiettivo di lavorare insieme ai clienti attraverso un servizio maggiormente personalizzato e di affinare le metodologie di brand naming. Da 'Branding e Naming', nel 2008 Synesia diventa anche ‘Professional Linking’: l’idea è quella di proporre competenze nel mondo del branding attraverso esperti indipendenti accomunati sia da un alto grado di professionalità che da una concezione del lavoro guidata dall’entusiasmo e dalla passione.

Naming Day, la formazione al brand naming

Il 2009 è l’anno della formalizzazione del Naming Day corso di formazione unico ed esclusivo di insegnamento del brand naming destinato ad aziende e professionisti desiderosi di apprendere una metodologia per la creazione di nuovi brand name.